In questa pagina troverete  una serie di domande  che ci vengono poste frequentemente. Vi consigliamo comunque di contattarci telefonicamente per riuscire  meglio a capire  le varie situazioni e darvi i migliori consigli  in base alle vostre  esigenze.

 

Quante piante occorrono per metro quadrato?

Perchè consigliate 7 piante metro lineare contro le 10 previste dalla tecnica manualistica?

Quando è il periodo migliore per fare un impianto?

Quale differenza c'è tra il vostro vetiver e quello autoctono?

E' possibile acquistare i semi?

Che differenza c'è tra le piante che spedite voi e quelle a radice nuda?

Ha bisogno di sole?

Le piante vanno concimate?

Il vetiver è infestante?

Le radici del vetiver danno noia ad altre piante limitrofe?

La pianta di Vetiver resiste al freddo?

 

Quante piante occorrono per metro quadrato?

-il sistema vetiver prevede l'utilizzo di piante disposte in siepi vegetative orizzontali lungo il pendio pertanto il conteggio viene fatto in base ai metri lineari,tranne in alcune eccezioni quali argini e decontaminazione dei terreni


Perchè consigliate 7 piante metro lineare contro le 10 previste dalla tecnica manualistica?

-nel conteggio delle 10 piante viene considerato l'utilizzo di piante dette “a radice nuda” e viene tenuta in considerazione anche un'eventuale fallanza nell'impianto. Noi produciamo piante in vaso ed il materiale che forniamo è ben radicato e in piena vegetazione per questo non sono previste fallanze.


Quando è il periodo migliore per fare un impianto?

-In realtà un periodo più indicato non esiste,o meglio,dipende dalle zone e le temperature che si raggiungono in inverno. L'estate è un buon periodo ma bisogna prevedere un impianto per irrigare,in autunno se le temperature sono miti è un ottimo periodo perchè le annaffiature non sono indispensabili ed assidue,in inverno bisogna valutare bene quanto scendono le temperature minime, primavera è un ottimo periodo perchè la situazione è simile all'autunno e in estate le piante saranno vigorose e riusciranno già a cercare l'acqua autonomamente.


Quale differenza c'è tra il vostro vetiver e quello autoctono?

-Il vetiver che vendiamo è originaria dell'India meridionale recentemente riclassificata come Chrysopogon zizanioides genotipo Monto. Essendo comunque una pianta non italiana non può essere considerata autoctona(il vetiver autoctono non esiste!)


E' possibile acquistare i semi?

-Il vetiver è una pianta sterile e non invasiva si propaga con moltiplicazione agamica effettuata da personale specializzato


Che differenza c'è tra le piante che spedite voi e quelle a radice nuda?

-Le piante a radice nuda sono porzione vegetative di piante adulte divise secondo le tecniche vivaistiche e vengono spedite appena lavorate.Le nostre piante vengono lavorate allo stesso modo ma monitorate in vaso per oltre 30gg per garantire al cliente una pianta in pieno vigore.Al momento della spedizione vengono svasate e spedite con meno terra possibile cercando di preservare tutto l'apparato radicale là dove possibile.


Ha bisogno di sole?

-Il vetiver è una pianta prettamente eliofila pertanto predilige le zone molto soleggiate,un esposizione a mezz'ombra comporta uno sviluppo radicale più lento.In piena ombra si consiglia di mettere poche piante come test.


Le piante vanno concimate?

-Le piante vengono cresciute in vaso con torba già concimata con osmocote pro 12/14 concime a lentissimo rilascio 12-14 mesi per cui la concimazione non è indispensabile,qual'ora si vogliano concimare è bene utilizzare un fertilizzante a basso contenuto di fosforo a dosi modiche.


Il vetiver è infestante?

-il vetiver alle nostre latitudini è una pianta provatamente sterile e certificata dall' USDA (united states department of agriculture)


Le radici del vetiver danno noia ad altre piante limitrofe?

-L'apparato radicale è fittonante e molto capillare con diametro che varia da 0,2 a 2 mm scendendo a profondità elevate (oltre 6 metri) riesce a portare in superficie i nutrienti che a profondità minori non sono presenti così come l'umidità quindi vi è un'interazione positiva con altre piante.

 

La pianta di Vetiver resiste al freddo?

il vetiver resiste a temperature che variano da -10 gradi centigradi fino a circa 60 gradi. In fase d'impianto e nel primo periodo è bene evitare di portare le piante a situazioni estreme.
Consigliamo prima di eseguire piantumazioni di contattarci telefonicamente per meglio capire quelle che saranno le condizioni climatiche a cui andranno incontro le piante.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su approfondisci.